top of page

CGIL: A LUZZI L'ENNESIMA VITTIMA SUL LAVORO, SCARSI O SPESSO ASSENTI I SISTEMI PER LA SICUREZZA


Continua inarrestabile la strage di lavoratori durante attività di lavoro pericolose e con scarse o assenti protezioni, nonostante la legge imponga che la sicurezza debba essere garantita. È del 12 aprile l’ultima, “speriamo”, notizia di un’altra giovane vittima nei boschi della Sila. Un giovane lavoratore, Nicolia Zojzi, è stato travolto da un grosso albero mentre svolgeva il suo lavoro nel comune di Luzzi. Il giovane, residente a San Giovanni in Fiore, era ben integrato nella comunità Sangiovannese che ne piange, amareggiata, la scomparsa.

La FLAI CGIL Calabria e di Cosenza e la Cgil di Cosenza e di San Giovanni in Fiore esprimono la propria vicinanza: alla famiglia; agli amici e a tutta la comunità Sangiovannese che ancora una volta deve piangere un proprio figlio. Quanto accaduto è il frutto avvelenato della sufficienza con la quale si guarda alle questioni della sicurezza sui luoghi di lavoro.

Noi vogliamo esprimere la nostra rabbia per quanto accaduto e ci riteniamo impegnati nella lotta per la garanzia della salute e della vita sui luoghi di lavoro. Non faremo mancare il nostro impegno nella lotta per l’applicazione della normativa esistente e saremo vicini a tutti coloro che vorranno denunciare la mancanza di osservazione della normativa per la sicurezza dei lavoratori sui luoghi di lavoro.



FLAI CGIL CALABRIA

Caterina Vaiti

FLAI CGIL COSENZA

Giovambattista Nicoletti

CGIL COSENZA

Massimiliano Ianni FLAI CGIL SAN GIOVANNI IN FIORE Maria Grazie Cortese

187 visualizzazioni0 commenti
bottom of page