top of page

L'AUDIOVISIVO CHE AIUTA AD APRIRE LE MENTI: DA SAN GIOVANNI IN FIORE UN PROGETTO ACCOLTO CON SUCCESSO NELLE SCUOLE

ALL'IIS "PERTINI - SANTONI" DI CROTONE PRESENTATI DUE CORTOMETRAGGI

--------

Aprire la mente dei ragazzi, dare loro strumenti per capire il presente, nell’intento di meglio organizzare e progettare il futuro.



Sono stati questi i presupposti della iniziativa all’Istituto d’Istruzione Superiore "Pertini – Santoni" di Crotone, svoltasi ieri 27 marzo. Ad accogliere gli autori e produttori, Franco e Andrea Laratta, la dirigente scolastica Prof.ssa Annamaria Maltese insieme al docente in Linguaggi Fotografici e Comunicazione Visiva, Emilio Arnone. 


Presenti all’iniziativa anche parte del cast degli attori protagonisti - Alessandro Massimilla, Alfredo Federico e Salvatore Audia - dei due cortometraggi presentati: “La forza delle donne” (sull’indifferenza e sulle difficoltà della donna ad affrontare gli imprevisti che si presentano, i quali spesso cambiano la loro vita) e “Mi chiamo Bila” sulla discriminazione razziale stupidamente ancora presente nella nostra società).


Una platea di oltre 200 studenti e studentesse insieme ai loro docenti che con grande attenzione hanno assistito prima alla proiezione dei due corti – durata totale 15 minuti – dando vita alla fine poi ad un dibattito assai costruttivo scaturito da una serie di domande, tutte interessantissime, su: i temi affrontati nei soggetti dei due corti, i tempi di lavorazione, il montaggio del girato, come gli attori hanno affrontato i ruoli assegnati, le difficoltà di realizzare a costo zero, comunque prodotti da tutti giudicati di ottima fattura.

A nome della produzione, si ringrazia la Dirigente Scolastica dell’IIS Pertini – Santoni di Crotone, Annamaria Maltese e il Prof. Emilio Arnone, quest’ultimo promotore dell’iniziativa, la quale siamo certi ha arricchito studenti e studentesse, che per circa un’ora e mezza hanno staccato il loro smartphone collegando cuore e testa al mondo dell’audio visivo, che poi è quello che in questo istituto studiano, attraverso il quale con estrema semplicità si possono affrontare temi fondamentali come la solidarietà o l’indifferenza verso il prossimo ed anche il razzismo - temi troppo spesso invece trattati con eccessiva superficialità. Nota di redazione

 


66 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page