LA CAVA, PD: L’INERZIA DEGLI ORGANISMI ROMANI, AI RICORSI PRESENTATI, MI FA DESISTERE DAL COMPETERE


Ho deciso di ritirare la mia candidatura a segretario cittadino del PD di San Giovanni in Fiore. Per la verità avevo già annunciato la mia disponibilità a ritirarla pur di favorire una candidatura unitaria. È quanto spiega in questa nota Domenico La Cava capogruppo del PD in seno al consiglio comunale di San Giovanni in Fiore - Ho presentato una serie di ricorsi agli organismi competenti del partito per chiedere di garantire il rispetto delle regole nelle fase di adesione al partito, così come ho fatto io e tutti i miei amici, quasi il 50% degli iscritti.

Ma abbiamo dovuto registrare la totale mancanza di risposte, l’incapacità dei suddetti organismi a decidere, il ruolo indifferente e mai incisivo del segretario regionale più volte coinvolto, mentre a tutt’oggi nessuna garanzia è stata data e nessuna decisione è stata presa. C’è da dire che con messaggi privati, tutti riconoscevano la giustezza dei nostri reclami. Nell’attesa che decida l’organismo nazionale, abbiamo chiesto il rinvio del congresso per consentire un confronto sereno sulla base di regole certe. Dopo tutto ciò - dice ancora La Cava - a noi non rimane altro che ritirare la candidatura e non partecipare al voto.

Denunciando una grande delusione e tanta tristezza per la piega che ha preso il partito a livello regionale e provinciale, con un mare di focolai accesi ovunque e la fine di tante storie politiche. Nessuno è stato capace di offrire soluzioni certe e giuste. In tanti hanno guardato ai propri orticelli. In una pochezza impressionante e suicida.

Di questo passo - conclude La Cava - in Calabria non rimarrà più nulla della nostra storia.



Avv. Domenico Lacava

Capogruppo PD in consiglio comunale



343 visualizzazioni0 commenti