SGF, OLIVERIO, PSI: NOI SOLIDALI COI CITTADINI DI VIALE DELLA REPUBBLICA


Pieno ed incondizionato sostegno alle giuste preoccupazioni e motivazioni, dei cittadini sangiovannesi residenti in Viale della Repubblica, dal Partito Socialista Italiano, contro la decisione adottata dall' Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Rosaria Succurro, di dirottare un finanziamento di 960 mila euro, elargito dal Ministero dell'Interno, per il dissesto idrogeologico, su richiesta della precedente Amministrazione a guida di Giuseppe Belcastro. È quanto si legge in una nota diffusa stamani dal coordinatore cittadino del PSI di SGF, Giovanni Oliverio. Tale finanziamento - spiega Oliverio - doveva essere utilizzato per la realizzazione del Progetto: "mitigazione del rischio frana, versante sud Serra Cappuccini".

La Giunta Comunale attualmente in carica, con proprio atto deliberativo, ha modificato il progetto originario, stravolgendo la finalità del finanziamento e destinando i fondi ad "isola pedonale h24", impegnando la somma di 960 mila euro che doveva essere utilizzata esclusivamente per la mitigazione del rischio frana, versante sud, Serra Cappuccini, senza aver ottenuto l'autorizzazione del Ministero dell'Interno. I cittadini residenti su Viale della Repubblica nell'esposto, che presenteranno, a breve, alla Procura della Repubblica di Cosenza, sottoscrivono testualmente; "la nostra sicurezza è in pericolo. Le nostre case rischiano, in caso di forti eventi atmosferici, di essere sommerse da detriti e grossi massi che sono proprio a ridosso delle nostre abitazioni. Finalmente eravamo riusciti ad ottenere, tramite l'Amministrazione Comunale precedente, un finanziamento di 960 mila euro per la messa in sicurezza del costone roccioso, sovrastante le nostre case".

I lavori su via Roma - continua l'esponente dei socialisti di sgf - sono iniziati da oltre un mese, creando innumerevoli disagi all'intera popolazione. Il traffico deviato su via Giusti ha decongestionato l'intera zona della Difesa. Su via Zanella, molteplici tamponamenti ed incidenti sono all'ordine del giorno. Gli automobilisti sono costretti a trovare soluzioni alternatine per superare il bivio di via Gramsci per accedere nelle zone a nord della città, consumando carburante e mettendo a rischio il proprio mezzo. Tra poco arriverà l'inverno, con le strade ghiacciate i cittadini florensi saranno costretti a noleggiare un trattore. Il muro, difronte l'edificio Scolastico "Dante Alighieri, è stato dichiarato pericolante (da chi?) e dovrà essere demolito, ma da più giorni sopporta un peso di parecchie tonnellate in quanto, lo spazio soprastante al muro e precisamente dove è collocato il monumento della "vittoria alata " attualmente risulta utilizzato a ricovero mezzi meccanici (escavatori, camion ruspe ecc. ecc.) di proprietà della ditta appaltatrice dei lavori, e come se non bastasse, tutto il marciapiede che poggia sul muro "pericolante" è stracolmo di pozzetti e basole di cemento, costituendo un carico enorme, che potrà servire da collaudo per il muro e quindi da non demolire. Noi Socialisti - conclude Oliverio - auspichiamo che chi di dovere intervenga subito per dare un segno di legalità e che gli abusi non possono essere tollerati e lasciati impuniti.

GIOVANNI OLIVERIO PSI San Giovanni in Fiore

167 visualizzazioni0 commenti