top of page

SGF, PSI: ADERIAMO CONVINTAMENTE AL DOCUMENTO REDATTO DOPO L'ASSEMBLEA PUBBLICA DELLO SCORSO 18 GENNAIO - ora però c'è bisogno di unità

Il Partito Socialista Italiano di San Giovanni in Fiore esprime convinta adesione al documento che, dopo ampia discussione, è stato approvato dall'assemblea pubblica del 18 gennaio us e che ha registrato la partecipazione di numerosi cittadini. È quanto scrivono i socialisti in una nota stampa giunta alla nostra redazione. Il PSI cittadino - si legge nella nota - ringrazia l'On.le Mario Oliverio per aver accolto l'invito a partecipare, in presenza della grave situazione di erregolarità che caratterizza l'attuale vita amministrativa. Il documento approvato dall'assemblea dei cittadini esprime una forte preoccupazione diffusa nella popolazione in relazione ad una gestione amministrativa segnata da arroganza, assenza di ogni regola, mancanza di rispetto della comunità nelle sue diverse articolazioni e funzioni. Tutto ciò che al comune serve, persino per le opere di manutenzione ordinaria e per le forniture dei materiali necessari - prosegue la nota - per gli acquisti si fa sempre ricorso a fornitori esterni a San Giovanni in Fiore, mortificando commercianti, imprenditori locali ed impoverendo la già gracile economia locale di una realtà montana come la nostra. Per non dire delle allegre e facoltose spese per eventi, per le luminarie sempre accese, per banchetti a carico di un bilancio comunale sul quale tornano a riaprirsi buchi vistosi di deficit. Le tariffe comunali sono state aumentate a dismisura (+ 34% la TARI) e gli incassi vengono utilizzati per spese allegre omettendo di pagare l'energia per la pubblica illuminazione, per le scuole, gli uffici comunali ecc.. La stessa cosa si sta verificando per il servizio idrico, smaltimento rifiuti e la depurazione. La comunità di San Giovanni in Fiore merita rispetto. L'arroganza e la prepotenza nell'esercizio del potere non possono essere accettati dai singoli cittadini e men che meno dalle forze organizzate (partiti, sindacati, associazioni, volontariato) al di là della loro collocazione politica e sociale. Anche per questo, desta meraviglia il documento del locale circolo di Forza Italia a firma della coordinatrice Dott.ssa Patrizia Carbone. Comprendiamo l'imbarazzo determinato dal suo ruolo ma non si può non ricordare che la Dott.ssa Carbone è stata, ella stessa, vittima di una conduzione arrogante e familistica con la defenestrazione dall'incarico di Assessore Comunale, proprio per non aver accettato la protervia del capo ha preferito dimettersi e tutelare la propria dignità. Gli stessi consiglieri comunali Bitonti e Bibiani hanno manifestato, in seno al Consiglio Comunale, la loro indisponibilità ad avallare arroganza e prepotenza nel modo in cui viene amministrato il Comune: Alla Sindaca vogliamo dire che noi Socialisti siamo sempre per il confronto sui temi che riguardano la città. Auspichiamo - concude la nota - che l'assemblea dei cittadini del 18 gennaio scorso sia l'inizio di un percorso unitario di tutte le forze sane della nostra città mettendo da parte personalismi e risentimenti per far prevalere il bene comune, per ridare piena sovranità al popolo sangiovannese, per l'affermazione della legalità e dei diritti.

PSI SAN GIOVANNI IN FIORE

304 visualizzazioni0 commenti
bottom of page