Presentazione del pacchetto turistico “SILA tra arte, cultura, artigianato, ambiente e territorio”

Fonte notizia: agenparl.eu


lun 06 dicembre 2021 Presentazione del pacchetto turistico “SILA tra arte, cultura, artigianato, ambiente e territorio”

Ieri mattina, presso la Sede Legale ed Amministrativa di Lorica dell’Ente Parco Nazionale della Sila è stato presentato il pacchetto turistico “SILA tra arte, cultura, artigianato, ambiente e territorio”, iniziativa promossa nell’ambito del progetto di marketing territoriale “SILA in tour” fortemente voluta dal comitato organizzatore del PremioSila’90 e promossa dall’Ente Parco Nazionale della Sila.

La mattinata ha preso il via con l’intervento di Giuseppe Pipicelli, coordinatore del progetto Sila in Tour, che ha presentato il pacchetto turistico.

“Un progetto che unisce tutta la Sila, con le sue bellezze paesaggistiche, naturali, culturali, nato per promuovere il territorio partendo dalle sue peculiarità. Un percorso che ha visto un lavoro sul territorio, incontri, workshop, ma anche sinergie, forze e buona volontà che hanno dato vita a Sila in Tour.” Con queste parole il dott. Pipicelli ha raccontato il progetto.



La mattinata ha visto poi protagonista il Presidente del Centro Internazionale di Studi Gioachimiti, Giuseppe Riccardo Succurro, che con il suo intervento ha posto l’accento sulle potenzialità della nostra Calabria e della Sila, sulle possibilità del nostro territorio e sull’importanza di sinergie, politiche e progettazioni che permettono di accendere i riflettori sulle bellezze naturalistiche e culturali della nostra Sila come volano verso il futuro.

La dott.ssa Barbara Carelli, responsabile Marketing e Turismo dell’Ente Parco, dopo i saluti ufficiali, ha sottolineato l’importanza del progetto Sila in Tour, perché è un passo verso il futuro, costruito con forza, sacrifici e amore per la nostra Sila.



“Nella giornata che celebra i trent’anni della Legge Quadro sulle Aree Protette 394/1991, è necessario sottolineare l’importanza di essere un’area protetta per la Calabria. Il nostro territorio racchiude e tutela il paesaggio e la biodiversità, ma valorizza anche storia, tradizioni, arte e cultura custoditi nei nostri borghi e tale equilibrio può e deve rappresentare realmente un’opportunità. Nel corso di questi anni, e soprattutto nella recente fase pandemica e post-pandemica, le comunità sono divenute più partecipi e consapevoli del ruolo strategico delle politiche portate avanti dall’Ente Parco, volte a preservare nel tempo l’impareggiabile patrimonio naturale dell’altopiano silano, abbracciando e facendo propri i principi dello sviluppo sostenibile con responsabilità e cognizione di causa. In questa giornata l’Ente Parco vuole esprimere con forza questo cambio culturale dell’uomo silano, calabrese, italiano ed europeo, teso verso tali principi. La Sila e la Calabria potranno giovare, negli anni a venire, grazie alla irripetibile opportunità rappresentata dal Green New Deal dell’Unione Europea, declinato in Italia attraverso il PNRR, di imminenti progetti di sviluppo sostenibile che genereranno nuove opportunità di lavoro soprattutto per i nostri giovani, rallentando il drammatico processo di emigrazione in corso già da diversi anni.” Queste le parole della dott.ssa Carel